Controlli nei negozi gestiti da cittadini cinesi in provincia di Siracusa hanno portato al sequestro di merce non sicura.

Cosmetici, giocattoli, materiale elettrico, ferramenta, utensili, accessori per auto, bigiotteria, senza marchio di conformità “CE” (spesso dissimulato dal logo “china export”) e prodotti per l’igiene e la cura della persona erano venduti in diversi negozi di Augusta, Avola, Francofonte, Pachino e Siracusa.

I controlli eseguiti dalla Guardia di Finanza sono finalizzati al contrasto della contraffazione e per evitare la vendita di prodotti senza la certificazione prevista per legge. I titolari dei negozi sono stati denunciati e multati.

Durante i controlli sono emerse irregolarità anche riguardo alla posizione di tre dipendenti che lavoravano in nero.

far