La Polizia stradale ha recuperato circa 23 tonnellate di cavi in rame in un centro di rottamazione di Augusta, grosso centro in provincia di Siracusa, il cui titolare, Salvatore Bonafede, 61 anni è stato arrestato per ricettazione. Manette anche per Giovanni Cutello, 24 anni, e Daniele Melis, 37 anni: devono rispondere di furto aggravato. I due sono stati sorpresi mentre pesavano circa 170 chili di cavi tranciati da linee della Telecom nella zona di Priolo Gargallo. Il furto ha lasciato isolate un’ottantina di utenze telefoniche.

Il materiale, secondo gli investigatori, era stato rubato da Cutello e Melis, nella cui auto sono stati ritrovati cesoie, tronchesi e guanti protettivi. Bonafede comprava il metallo per 3,50 euro al chilo. Metà delle 23 tonnellate trovate nel suo deposito era costituia da cavi Telecom. Nel corso dell’operazione, un dipendente della ditta stato inoltre denunciato per un falso in una pratica di rottamazione di un’auto.

foto d’archivio